Close

Come funziona il Bonus 65% per domotica e building automation

Come funziona il Bonus 65% per domotica e building automation

A partire dal 1 gennaio 2022 è entrato in vigore, tra i bonus fiscali della nuova Legge di Bilancio, anche il Bonus 65% per domotica e building automation. Il bonus consente di detrarre il 65% delle spese sostenute per l’acquisto e l’installazione di sistemi di automazione degli edifici per il controllo remoto della casa intelligente. Il fondamento del bonus è incentivare i sistemi che consentono una migliore gestione della casa tramite il controllo a distanza, contribuendo quindi al risparmio energetico.

Quali sono le spese che è possibile dedurre al 65%?

Con il Bonus Casa 2022 vengono riconosciute detrazioni sui dispositivi che automatizzano la gestione dell’abitazione: questi devono riguardare gli impianti di riscaldamento e produzione di acqua calda sanitaria (ACS), i quali devono consentire di accendere e spegnere gli impianti da remoto, di consentire alla loro programmazione settimanale, di controllare i consumi così come lo stato di funzionamento, e di poter controllare e impostare la temperatura.

Come si accede al Bonus Casa 2022?

Per accedere alla detrazione delle spese, è necessario il rilascio da parte dell’installatore della documentazione che attesta l’intervento. Il pagamento, da effettuare tramite bonifico, deve riportare le informazioni che seguono:

  • causale del pagamento;
  • dettaglio della norma agevolativa;
  • codice fiscale del beneficiario della detrazione;
  • dettaglio della fattura (numero e data);
  • codice fiscale / partita IVA dell’impresa che ha eseguito i lavori.

Gli addebiti sono cumulativi per l’intero anno solare, fino al 31 dicembre 2022. Per l’ottenimento della detrazione, il beneficiario deve dichiarare nella prossima dichiarazione dei redditi le spese che sono state sostenute per l’acquisto e l’installazione dei sistemi domotici.

L’importo detraibile viene diviso in 10 rate di pari importo, con un ammontare massimo delle spese deducibili di 15.000€. Il documento ENEA deve essere compilato entro 90 giorni dall’ultimazione, o un collaudo, dei lavori.

Chi beneficia del Bonus per la domotica?

Possono beneficiare delle detrazioni al 65% tutti i contribuenti privati e non privati residenti in Italia, i contribuenti titolari di imprese con partita IVA, possessori dell’immobile. Possono inoltre usufruire del bonus anche coniugi, figli e parenti di terzo grado che condividono l’immobile oggetto della concessione.

Maggiori informazioni? Contattate ora SmartDomo.

Related Posts